Global Services Coop - Gestione servizi d'igiene urbana
Abruzzo
800 025 992
Lazio
800.95.95.79

Contatta l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del...

Compostaggio domestico

CHE COS'E' IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Il compostaggio è un importante esempio di riutilizzo dei rifiuti organici. La natura decompone continuamente, per mezzo dei microrganismi che vivono nel terreno, le sostanze organiche di origine vegetale e animale, che hanno concluso il loro ciclo vitale.

Queste possono essere foglie, fiori appassiti, rami secchi, insetti e piccoli animali ecc. .Tutto ciò che era vivo e biodegradabile viene restituito, attraverso questo ciclo naturale, alla terra. Gli stessi esseri viventi fanno parte di questo ciclo. Il compostaggio domestico è un’imitazione “fai da te”, semplice e alla portata di tutti, del perfetto ciclo della natura. Con questo metodo, si controlla e si rende più veloce di quanto avvenga in natura la fermentazione aerobica della componente organica dei rifiuti.

Il materiale che si ricava è il compost, un terriccio ideale come fertilizzante in agricoltura, per orti, giardini e piante in vaso.

Il compostaggio ci fa comprendere il grande valore dei nostri scarti di cucina o del giardino, rifiuti che se non fossero differenziati e utilizzati andrebbero sprecati, gettati nelle pattumiere, raccolti e trasportati anche molto lontano con costi elevati, per poi finire nelle discariche. Il compostaggio è anche un ritorno alla tradizione, rivalutando pratiche un tempo comuni in ambiente rurale come la buca in giardino, la concimaia e la cassa di compostaggio.

COME SI FA?
  • Sminuzzare bene i materiali, soprattutto quelli duri e legnosi
  • Mescolare bene i materiali diversi (asciutti e bagnati, grossolani e fini, stagionati e freschi, rifiuti della cucina, rifiuti del giardino), cercando di equilibrare la composizione
  • Non schiacciare o pressare il materiale introdotto
  • Aggiungere di tanto in tanto qualche palata di terra, i resti del compost maturo setacciato e qualche manciata di cenere o terriccio esausto
  • Mantenere sempre il materiale coperto con uno strato di sfalcio d’erba o di paglia per evitare la presenza di moscerini
  • Evitare che il materiale secchi completamente. Nei periodi di siccitosi ricordarsi di innaffiare
  • Per una corretta presenza di ossigeno rivoltare il compost periodicamente

DOVE SI FA?

Il compostaggio è consigliato agli abitanti di condomini con aree verdi, case con giardino o insediamenti rurali possono agevolmente accedere alla pratica del compostaggio domestico. Una pratica naturale che si colloca perfettamente all’interno di attività di giardinaggio e di cura degli orti, producendo un ottimo fertilizzante organico nel rispetto dell’ambiente.

Il composter: si tratta di un contenitore aerato e coperto che può essere di forma, capacità e materiali vari secondo le diverse esigenze. Si va dall’economico fai-da-te in rete metallica rivestita fino al composter chiuso in plastica che si acquista. Il composter è ideale per il compostaggio in piccoli giardini. Gli scarti rimangono nascosti alla vista senza attirare animali indesiderati e sono protetti dalle varie condizioni atmosferiche.

COME SI PUO' COMPOSTARE?

Rifiuti umidi:

  • Alimenti avariati
  • Avanzi di cucina crudi o cotti
  • Salviette
  • Carta non trattata
  • Sfalci verdi
  • Scarti di verdura e frutta
  • Fondi di caffè
  • Filtri di the


Rifiuti secchi:

  • Ramaglie
  • Paglia
  • Foglie secche
  • Cartone
  • Trucioli
  • Segatura